Bertinoro: Itinerari Eno-Gastronomici e prodotti tipici

Bertinoro: Città del Vino e dei Sapori

Bertinoro è un paese  dove primeggiano il buon vino e la buona tavola ed è talmente ricco di  ristoranti, osterie, trattorie, enoteche ed agriturismo  immersi nell'atmosfera tradizionale di luoghi che hanno ereditato i sapori della cucina tipica e di qualità, da essere divenuto uno dei centri privilegiati della cucina romagnola, visitato in tutte le stagioni da ospiti e turisti.

Navigare Facile

Bertinoro è "Città del vino", il che significa appartenere alle associazioni "Res tipica" legate all'ANCI e partecipare a selezioni e fiere sia nazionali che internazionali. Bertinoro è famosa per la produzione di vini conosciuti per l'intensità dell' aroma, per l'amabilità, per il vigore ed il profumo e per la qualità di una produzione che si può apprezzare in decine di  grandi e prestigiose fattorie oltre che in numerose cantine a conduzione familiare.

Food

La gastronomia di Bertinoro è sostanzialmente quella di Romagna, ricca di primi piatti creati dalle mani delle "sfogline" che lavorano la sfoglia ancora con il matterello per preparare passatelli, tagliatelle al ragù, cappelletti, strozzapreti, maltagliati con i fagioli, manfettini, e secondi tipici quali arrosti , coniglio in porchetta e castrato.
Un  piatto tipico ed esclusivamente bertinorese è "la zuppa del millennio" : si racconta che fu preparata quando nella Rocca del Castrum Cesubeum (antico nome di Bertinoro), nobili, giuristi e cavalieri furono ospitati dalla famiglia del Castello  per decidere in merito a controversie patrimoniali.
Tra i piatti poveri, sta riscuotendo successo il "Tortellone", un crescione pesante che occupa circa mezzo piatto e che può essere cucinato o con burro e salvia o al ragù con i pinoli.

La vera e propria "bandiera" della cucina romagnola è la piadina, preparata al momento negli svariati chioschi del territorio ed i cui ingredienti sono pochi e semplici: farina, strutto, un pizzico di lievito e sale. Nonostante ciò ogni paese o addirittura  ogni famiglia, ha il proprio segreto per prepararla. La piadina viene usata normalmente al posto del pane ed accompagna molti alimenti  tra cui i classici salumi, formaggi ed erbe di campagna. Assolutamente da  assaggiare è la piadina con lo Squacquerone, formaggio a Denominazione di Origine Protetta a pasta molto molle, di forma rotonda e senza crosta, delizioso anche con marmellate, saba (sciroppo d'uva o mosto cotto) e savor (conserva di frutta a base di mosto).  Altro prodotto tipico di questa zona è l'olio d'oliva extravergine, di colore giallo con intensi riflessi verdognoli, con acidità molto bassa, leggero odore fruttato e sapore  mediamente  dolce, a metà tra il delicato olio ligure e il più deciso olio toscano e pugliese.